Il Territorio

Definita da Guido Piovene “l’Unica regione italiana al plurale” e anche “L’Italia in una regione” (alludendo alle mille realtà ambientali, paesaggistiche e artistiche) e “Il paese de li Dolci Colli” da Cecco D’Ascoli;

le Marche è una regione da scoprire e vivere.

Una realtà poliedrica che forma un vero e proprio mosaico territoriale:

dal mare, con le morbide e assolate spiagge

di San Benedetto del Tronto e Grottammare alle verdi colline,

fino alla maestosa e magica catena dei Monti Sibillini, senza dimenticare i tanti ed antichi borghi e Città d’arte e di storia (come Acquasanta Terme, Loreto, Macerata) che hanno il sapore di tempi ed avvenimenti remoti, i parchi nazionali, le riserve naturali, i luoghi sacri e le nuove realtà dello shopping.

DJI_0484_Sub_01_Sub_01.00_01_00_16.Immag

Definita città dell’olio e del vino, è un suggestivo borgo storico, caratterizzato dalla tonalità calda del mattone.

È famoso per i suoi panorami e gli scorci medievali, tra cui il vicolo più stretto d’Italia, un vero pertugio di 43 cm chiuso tra 2 case.

 

Da visitare: la Cattedrale Basilica, il Palazzo del Podestà, il Teatro Mercantini, la Pinacoteca Comunale e il Museo della Civiltà Contadina.

RIPATRANSONE

DJI_0484_Sub_01_Sub_01.00_01_02_16.Immag

ASCOLI PICENO

Ascoli Piceno spicca con il suo profilo di torri, guglie, cupole e palazzi in una valle creata dal deposito dei fiumi Tronto e Castellano.

Le case, i palazzi signorili, le chiese, le pavimentazioni delle piazze sono tutte in travertino, e questo conferisce alla città una straordinaria unità di stile ed un tono elegante, austero ed al tempo stesso luminoso, creando affascinanti contrasti con il cielo azzurro ed il verde circostante.

La sua “Piazza del Popolo”una delle più belle Piazze d’Italia, è per gli ascolani il salotto cittadino.

Sulla piazza si affacciano lo storico Caffè Meletti, famoso per il suo liquore “Anisetta” e per i suoi arredi, tutti in puro stile Liberty, il Palazzo dei Capitani e la Chiesa di San Francesco.

 Il cuore della città è rappresentato della Piazza del Popolo, dove si affacciano lo stupendo Palazzo Comunale, realizzato in cotto, e La Collegiata, chiesa settecentesca a tre navate, ricca di preziosi dipinti e stucchi.Di particolare interesse è la Chiesa Templare di Santa Maria della Rocca che si erge imponente su di un piccolo poggio in un luogo solitario e maestoso. E’ un magnifico esemplare di chiesa romanico-gotica a navata unica, realizzata in cotto e ricostruita nel 1330 sullo stesso sito ove esisteva una piccola chiesa dell’anno 1000. Offida è, da secoli, uno dei tre centri più importanti al mondo per l’arte della lavorazione del merletto a tombolo. Ancora oggi, girovagando per le viuzze dell’antico borgo, è possibile imbattersi in donne offidane che, sedute presso l’uscio di casa, lavorano al tombolo preziosi merletti.

Offida ospita tra le suggestive sale dell’ex Convento di San Francesco “L’Enoteca regionale”, un centro vivo e dinamico di iniziative legate al vino.

OFFIDA

... molto altro

Contrada Verrame, 1 

63065

Ripatransone (AP)

  • Instagram
  • TripAdvisor - cerchio grigio
  • Facebook

Ripatransone

0735 90244

Contrada Verrame, 1 63065 - Ripatransone (AP)

info@i-calanchi.com

0735 90244

P.IVA  11109760964

  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Icona TripAdvisor
  • Bianco Facebook Icon